LA MIA ROUTINE ANTICADUTA

Avevo 22 anni quando i miei capelli hanno iniziato a diradarsi in maniera evidente.
All’epoca di “BIO” conoscevo solo le prime tre lettere della mia facoltà universitaria, usavo lo shampoo che mi capitava e stiravo i capelli con la piastra quasi tutti i giorni.
E’ da premettere che soffro di PCOS (sindrome dell’ovaio policistico) e, consultare il mio ginecologo ed una bravissima tricologa, mi hanno salvata da calvizie certa.
QUESTA E’ LA RAGIONE PER CUI QUESTO ARTICOLO NON SOSTITUISCE IL PARERE DEL VOSTRO MEDICO: io, Rossella, non posso sapere PERCHE’ state perdendo i capelli; fisiologica stagionalità? stress? diete drastiche/carenze nutrizionali? cause ormonali o comunque sanitarie?
E’ vero che tendiamo a perdere molti capelli in alcuni periodi dell’anno e che quindi non c’è sempre da preoccuparsi, ma se i capelli continuano a cadere copiosi, compaiono diradamenti visibili, consultate sempre prima il vostro medico, non pensate di risolvere i vostri problemi con rimedi naturali perchè non sempre possono bastare.

 

QUESTIONE INTEGRATORI

Sul nostro gruppo facebook e sui nostri social non ci sogneremo mai di consigliarvi integratori alimentari perchè questi preparati vanno assunti SOLO SE VI E’ REALE NECESSITA’.
La beauty blogger che su instagram vi consiglia gli integratori di un marchio piuttosto che di un altro e poi magari nella vita fa LA SARTA, non ha studiato fisiologia della nutrizione e non può sapere che l’integratore, nonostante sia un farmaco da banco, se assunto quando non sussiste reale carenza può darvi molti problemi.
LASCIATE SEMPRE CHE SIA IL VOSTRO MEDICO A CONSIGLIARVI DI ASSUMERE INTEGRATORI. NON LA BEAUTY BLOGGER.
Ad ognuno il suo mestiere.

IO ASSUMO INTEGRATORI?
Certo che si, faccio due cicli l’anno di due mesi l’uno. In primavera ed in autunno. A volte solo un ciclo, in primavera, di 3 mesi.

QUALI INTEGRATORI ASSUMO?
Quelli migliori per me. Scelti da me ed acquistati dopo autorizzazione del mio medico (di base e dermatologo). Ebbene si, ho fatto una lunga ricerca ed ho selezionato degli integratori mirati e completi.

Prima di proseguire in questo articolo, vi invito a leggere il nostro articolo dedicato all’autunno (—>link<—), un articolo completo sul tema “caduta dei capelli”. Troverete tutte le informazioni utili; ovviamente i consigli di routine dati nell’articolo linkato, sono gli stessi che seguo io.

 

PRESHAMPOO

Lavo i capelli generalmente due volte a settimana. Durante il periodo di maggiore caduta dei capelli, questi lavaggi sono accompagnati da impacchi preshampoo o maschere a base di erbe ayurvediche finalizzati allo scopo. In particolare:

  • una volta a settimana faccio un impacco preshampoo mirato con maschere home made a base di gam o gsl in cui inserisco oli “anticaduta” oppure (ed è ciò che preferisco fare) inumidisco la cute e massaggio a lungo un olio o un mix di oli specifici che lascio in posa alcune ore o una notte intera prima di lavare via.
    Gli oli specifici “anticaduta” di cui parlo sono: ricino, nigella sativa (cumino nero), oleolito di rosmarino, oleolito di fieno greco o di altre erbe ayurvediche/spezie (tipo aglio o zenzero), oleolito di peperoncino. Oppure mix di oli come quelli che si trovano in commercio.
  • Una volta a settimana faccio maschere a base di erbe ayurvediche, oppure aggiungo erbe lavanti al mix (soprattutto Sidr) per farne un impacco ANCHE detergente, oppure lavo i capelli e poi applico mix di erbe dedicate (le mie preferite: Methi, Brahmi, Bhringraj, Cassia ed Hennè, spesso preparate con infuso di Tulsi o GSL preparato con infuso di Tulsi al posto dell’acqua).

Ovviamente capita di non fare alcun tipo di impacco o trattamento preshampoo e mi limito a lavare i capelli con shampoo anticaduta.

 

IL LAVAGGIO

Se non utilizzo erbe lavanti e quindi faccio una maschera completa anche detergente, utilizzo in genere detergenti mirati alla risoluzione del problema, oppure assecondo le mie esigenze:
Se devo lavare i capelli ma non sono particolarmente sporchi e, anzi, magari li avverto secchi e stressati, utilizzo shampoo per questa tipologia di capelli;
altrimenti se ho fatto impacchi nutrienti o se ho utilizzato oli puri, lavo con shampoo formulati per lavare capelli grassi.
Trovate tutte le informazioni sul lavaggio dei capelli, quì.

 

POSTSHAMPOO

Dopo lo shampoo in genere procedo con il balsamo o la maschera abituale, preferendo i prodotti maggiormente districanti per evitare troppa trazione. Risciacquo ed applico sulla cute lozioni anticaduta senza risciacquo oppure, preferibilmente, vaporizzo idrolato di rosmarino puro o arricchito. Applico poi sulla chioma il prodotto/i prodotti di styling prescelto/i e procedo con l’asciugatura.

 

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI:

Dovendovi parlare della mia routine mi sembra giusto scrivere anche cosa utilizzo, in particolare in questo periodo.

Le mie erbe preferite sono brand Le erbe di Janas, Phitofilos ed Aromazone.
Fino a qualche tempo fa applicavo l’olio di ricino e di nigella sativa puri, oppure preparavo con le mie mani gli oleoliti che vi ho segnalato ed usavo quelli.
Da un annetto a questa parte,preferisco utilizzare i miei oleoliti per gli impacchi misti, mentre quando voglio massaggiare solo olio sulla cute, ho il mio personale podio di prodotti già pronti.
1.  il trattamento capillare anticaduta Green Energy Organics che mi piace moltissimo ed è molto versatile, l’ho usato anche per il massaggio al cuoio capelluto senza dopo dover lavare i capelli perchè non unge. (la mia recensione)
2.  la maschera naturale 4 estratti e 4 oli Nacomi  più corposa del trattamento GEO, ma molto piacevole e funzionale. Unge, quindi la preferisco per impacchi notturni o comunque preshampoo.
3. L’olio di Amla Khadì, che in realtà è un oleolito fatto di un mix di erbe, non solo amla. Lo trovo meno funzionale dei primi due, ma certamente molto più utile di un oleolito preparato in casa.

Passiamo ai detergenti.
Gli shampoo anticaduta che mi sento di consigliare sono:
1. Fito shampoo hair tonic Alma Briosa fresco e molto lavante, lo preferisco perchè lava anche impacchi nutrienti ed oleosi. (la mia recensione)
2. lo Shampoo rinforzante Kamelì, Presto ne scriverò un articolo, mi è piaciuto davvero tanto. Lava bene e lascia i capelli molto morbidi. Lo utilizzo quando avverto i capelli particolamente stressati.
3. Shampoo al miglio Fitocose, che utilizzo quando necessito di un lavaggio delicato.

Dopo lo shampoo, negli ultimi mesi mi piace utilizzare un prodotto con cui mi sto trovando davvero bene: il fango tricologico Segreti di Natura. Si applica come un balsamo, ma su cuoio capelluto e lunghezze. Si tiene in posa per alcuni minuti e poi si sciacqua. Districa molto bene grazie al Cetrimonium Chloride. Ovviamente, questo condizionante è ittiotossico, quindi non è eco.
Dopo aver sciacquato bene, prima di asciugare preferisco vaporizzare sul cuoio capelluto idrolato di rosmarino arricchito con l’elisir rinforzante anticaduta Le erbe di Janas.

Per lo styling seguo i miei sentimenti. Ovviamente con lo styling non si pensa a prodotti anticaduta, ma applico il meno possibile per evitare di sporcarli e quindi doverli lavare più frequentemente.

Spero di esservi stata utile.
A presto,
Ross

Rossella Giaquinto

Rossella Giaquinto

La Natura non è un posto da visitare, è casa nostra. (G.Snyder)
Rossella Giaquinto
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •