COCCOON – LOLIETTOO – Presentazione e curiosità di una startup unica

Alcune settimane fa ho partecipato ad una discussione in un post scritto sul nostro gruppo facebook sull’olio di cocco.
Si scriveva prevalentemente sulla qualità dell’olio e sulla sua provenienza. La mia principale antagonista in questo dibattito fu Sara Di Benedetto, co-fondatrice ed amministratrice di una startup innovativa: LOLIETTOIL SRL.
Sono una persona particolarmente critica sui miei acquisti, ricerco per me e per le persone a me care la qualità, che difficilmente si trova accompagnata sul mercato a nomi prestigiosi ed altisonanti. Il mio completo, profondo e soprattutto REALE interesse per il biologico nasce dal mio desiderio di riappacificarmi con la nostra madre Terra, di un ritorno alle origini; questo desiderio si traduce nella ricerca di prodotti puri ed incontaminati, che purtroppo oggigiorno scarseggiano.
Alla luce delle conoscenze di Sara a riguardo e della storia della sua azienda (di cui vi parlerò in questo articolo), mi sono sentita in dovere di fare un passo indietro, rivedere le mie convinzioni sul commercio di quest’olio vegetale, che in assoluto preferisco, e soprattutto di testare sulla mia pelle il vero olio di cocco biologico. 

 

LOLIETTOO

Loliettoo nasce nel 2015 come Spin-off universitario della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, ed è caratterizzato dalla presenza di esperti di risorse genetiche vegetali provenienti dal programma di Dottorato internazionale in Agrobiodiversità dell’Istituto di Scienze della Vita.
La mission di Loliettoo è sviluppare la prima comunità mondiale di coltivatori di specie oleaginose per la produzione locale di oli vegetali e sottoprodotti, al fine di soddisfare le richieste internazionali delle industrie cosmetiche, alimentari e chimico-farmaceutiche.
La caratteristica fondamentale ed unica di questo progetto è il profondo legame professionale e di amicizia con i ricercatori provenienti dai Paesi in via di sviluppo, dove rientrano dopo il Dottorato di ricerca presso la Scuola Sant’Anna, una delle migliori al mondo.
Si tratta di ricercatori stranieri, originari proprio di quei paesi dove vi è la più alta concentrazione di agrobiodiversità. È proprio in questi centri di origine che viene selezionata la materia prima per la produzione di olio vegetale puro.
Loliettoo è garante di una filiera corta e controllata; è la prima azienda nel settore a proporre un marchio universitario a tutela della qualità dei suoi prodotti, dove la natura e i suoi ritmi biologici sono rispettati, dove si parte dalla terra e dal seme per arrivare all’olio puro & crudo, con una attenzione particolare alla valorizzazione della manodopera, ai rapporti umani ed al rispetto della natura.

Questo progetto si è concretizzato, ad oggi, con la lavorazione di olio di cocco puro e vergine e con la nascita di un nuovo marchio, COCCOON.

 

L’OLIO DI COCCO

L’olio di cocco (Cocos nucifera oil) è uno degli oli più versatili per l’utilizzo alimentare e soprattutto come alleato di bellezza.
Si estrae dall’omonima pianta, in particolare dalla polpa, pressata e lavorata. E’ un olio unico, composto per il 92,1% di grassi saturi a corta e media catena; per il 6,2% di grassi monoinsaturi e per l’1,6% da grassi polinsaturi.
L’acido laurico è un acido grasso saturo, presente anche nel latte materno al 5%; è il maggiore costituente dell’olio di cocco (45-53% sul totale), ed agisce come antimicrobico e purificante naturale.
Per le sue caratteristiche chimiche, l’olio di cocco si comporta come un termometro naturale, presentandosi solido a temperature inferiori ai 24-25°C. Per utilizzarlo comodamente è consigliabile prelevarlo con un cucchiaio pulito e scaldarlo tra le mani prima di applicarlo sulla zona interessata.
Massaggiato sulla pelle umida di viso e corpo, la rende straordinariamente morbida ed elastica e preserva l’idratazione cutanea. Dona nutrimento a capelli secchi e danneggiati, ha proprietà seboregolatrici e stimolanti sul cuoio capelluto.
Può essere usato da tutti, uomini, donne e bambini, basta sceglierne di buona qualità.
Il mercato è certamente saturo di questo prodotto; spesso per risparmiare o per facile reperibilità si acquista olio di cocco pessimo e purtroppo la dicitura “puro” non basta per assicurare qualitàPURO vuol dire solo che quel prodotto è costituito interamente da olio di cocco, il termine non contiene informazioni sulla sua lavorazione.

Dunque, come discriminare la qualità di un olio di cocco?
In commercio, ad uso alimentare e cosmetico, si possono trovare sostanzialmente 2 tipi di olio di cocco puro: quello vergine e quello raffinato. Bisogna premettere che l’olio di cocco è comunque un derivato della lavorazione della polpa della noce di cocco, per cui anche l’olio di cocco vergine è un prodotto “raffinato”, si tratta tuttavia di pura correttezza terminologica perchè in realtà tra un olio di cocco vergine ed uno raffinato c’è un abisso.
L’olio di cocco vergine è un olio di cocco puro che si estrae dalla polpa fresca della noce di cocco, che viene spremuta a freddo e preserva tutte le proprietà costitutive ed organolettiche, a partire dall’odore e dal sapore di cocco. Sulle etichette potete trovarlo con la dicitura “virgin” “extravirgin” “raw” “unrefined”. Meglio ancora se accompagnata da “organic” perchè vuol dire che è stato prodotto a partire da cocco di agricoltura biologica.
L’olio di cocco raffinato è invece derivato dalla lavorazione della copra ossia dalla lavorazione della polpa essiccata della noce di cocco, essiccazione che può avvenire con metodi naturali (al sole) o artificiali (affumicazione o essiccazione in forno); talvolta è ottenuta da un mix dei vari metodi. L’olio risultante dalla copra è però inutilizzabile perchè maleodorante (rancido) e “sporco” (assume una colorazione scura a causa del processo di essiccazione) e quindi viene sottoposto a diverse lavorazioni come sbiancamento e deodorazione per poter essere immesso sul mercato. Ovviamente il prodotto finale perde parte dei suoi nutrienti e delle sue proprietà, e costerà molto poco.
Potete discriminare l’olio di cocco raffinato dalla dicitura “pure refined” “RBD” “deodorized” o altri aggettivi che definiscono la lavorazione. A volte sull’etichetta le aziende si limitano a scrivere “puro”, o addirittura semplicemente “olio di cocco”.

In commercio potete trovare olio di cocco frazionato a cui sono stati rimossi quasi tutti gli acidi grassi a media catena. L’olio di cocco frazionato, sempre liquido, ha una durata maggiore ed è in grado di sopportare la luce ed il calore elevato senza irrancidire. Ha una consistenza più leggera che lo rende adatto come vettore per gli oli essenziali, come base per formulazioni cosmetiche oltre che per sostenere particolari regimi alimentari.
Sugli scaffali potreste trovare anche olio di cocco idrogenato che si mantiene solido a temperature inferiori ai 24°C ma non è edibile.

COCCOON

COCCOON è la prima linea cosmetica de Loliettoo, nato dalla lavorazione artigianale della polpa del cocco raccolto dalle palme che crescono spontaneamente nella terra viva e incontaminata di aree remote dell’Indonesia, uno dei principali paesi produttori di quest’olio, dove lavorano con passione e determinazione molte comunità agricole locali con cui Loliettoo collabora attivamente. Le referenze Coccoon, al momento, sono due: un olio di cocco puro e crudo (con il 57% di acido laurico), ed un sapone artigianale a base di olio di cocco, composto da ingredienti essenziali: olio di cocco (60%), acqua, idrossido di sodio.
Posso sinceramente definirmi una “piccola esperta di olio di cocco”. Insieme a quello di monoi, è l’olio che preferisco per la multifunzionalità e per il risultato che sa darmi sulla pelle e sui capelli. Per questa ragione, prediligo ed acquisto da sempre oli di cocco vergini, di ottima qualità: la differenza con un olio di cocco raffinato è netta.
Non potevo quindi resistere alla tentazione di acquistare coccoon.

Olio di cocco in barattolo; Sapone al cocco composto dal 60% di olio di cocco COCCOON, acqua ed idrossido di sodio

Trovandoci in estate, l’olio coccoon si presenta in forma liquida ed è contenuto in un barattolino di plastica in formato da 85 ml con tappo a vite di alluminio e sottotappo ermetico in plastica. L’azienda suggerisce di conservare l’olio di cocco in frigo durante la stagione calda; in questo modo anche il prelievo risulterà più pratico.
L’odore e la consistenza sono uniche: un aroma delicato e naturale di cocco accompagna un olio dalla texture quasi impalpabile. Ne basta veramente pochissimo.
Il sapone è tagliato a mano, pesa circa 50 gr ed è conservato con cura in una bustina trasparente etichettata. Lo utilizzo sulla mia pelle e su quella del mio nipotino per la delicatezza con cui è in grado di detergere la pelle. Gli amanti dei panetti di sapone come me, non ne rimarranno delusi.

il panetto di sapone nelle mani del mio nipotino di 5 anni

La mia esperienza estremamente positiva con Coccoon è stata per me una dimostrazione della qualità dei prodotti Loliettoo, la cui filosofia mi aveva molto incuriosita ed affascinata tanto da voler approfondire.
Vi riporto di seguito la mia intervista a Sara:

D. Come mai i nomi LOLIETTOO e COCCOON?
R. Nell’inverno del 2015, abbiamo passato delle serate a pensare al nome del nostro progetto. Con quell’entusiasmo e quell’allegria che ti riempie il cuore quando sogni il nome di un figlio. Volevamo che fosse bizzarro, originale e che allo stesso tempo ricordasse il protagonista di tutta la storia: l’olio. Ma non il solito olio spesso miscelato, tagliato (come si dice in gergo) all’insaputa del consumatore finale, raffinato o deodorato. Il nostro olio e’ un olio purissimo e vergine. Volevamo che questo nome trasmettesse immediatamente l’idea di differenza, di bonta’ e genuinita’: LOLIETTOO (tutto attaccato e con due “O” finali) era e rimane il vezzeggiativo piu’ azzeccato.
Rappresenta proprio un vezzo, un capriccio, una coccola per chi desidera ingredienti naturali puri, fatti con dedizione, qualita’ e rispetto per l’ambiente. Le due “O” sono semi e sono il mondo cosi’ come il logo associato. Una ampolla piena di un fluido naturale e di semini diversi di forma e colore per raffigurare il concetto di agrobiodiversita’. Quei tratti esterni invece vogliono rappresentare l’idea di connessione, di rete internazionale, veloce e rispondente, che abbiamo costruito attraverso l’Universita’.
COCCOON nasce nella primavera del 2016, per il lancio del nostro primo prodotto al dettaglio, l’olio di cocco vergine. Successivamente, con la produzione del sapone solido con il 60% di olio di cocco vergine, abbiamo deciso di chiamare cosi’ l’intera linea cosmetica de LOLIETTOO. Come per il nome del progetto, anche quest’ultimo e’ stato scelto dopo varie serate a pensare. Tante idee infine ci hanno portati a fare questa scelta. In inglese “cocoon” (senza la doppia c) significa coccolare, viziare e con i nostri prodotti e’ proprio questo che vorremmo fare: viziare i nostri clienti, coccolarli con prodotti genuini, sani, puri. “Cocoon” (sempre senza la doppia c) e’ anche un film del 1985 dove un gruppo di anziani, dopo essersi immersi in una piscina contenente un fluido alieno, ringiovaniscono in allegria. Con la nostra linea cosmetica ci auguriamo di far ringiovanire le persone come una magia, facendo bene alla loro pelle, nutrendola e idratandola. E’ un messaggio che ci piace molto e ci ha fatto sorridere la prima volta.
D. Qual è il tuo rapporto con l’università di Pisa? Che ruolo hai avuto in questo progetto universitario? 
R. Io ho una laurea specialistica in Biotecnologie Vegetali e dopo un master in Biologia Molecolare Vegetale svolto in Inghilterra, sono rientrata in Italia per motivi personali e ho iniziato a lavorare come responsabile qualita’ all’interno di una azienda che produce e rivende oli nel settore alimentare e cosmetico. Esperienza che mi ha segnata dal punto di vista della “qualita” e che mi ha dato gli stimoli per creare qualcosa di diverso. Mi sono infatti dimessa a fine 2014. All’Universita’ di Pisa ho fatto poi un Master in Amministrazione Aziendale per sentirmi un po’ piu’ all’altezza nella gestione de LOLIETTOO che e’ nato a fine primavera 2015 ed è divenuto marchio registrato nel 2016. Il progetto e’ il risultato della mia esperienza lavorativa e del Programma di Dottorato internazionale in Agrobiodiversita’ col quale mio marito (Dr Edoardo Bertolini, PhD) collabora all’interno della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Questo programma internazionale e’ l’anima essenziale su cui poggia LOLIETTOO. E’ infatti dal laboratorio di Agrobiodiversita’ del Sant’Anna che derivano le collaborazioni internazionali con i paesi in via di sviluppo con cui noi lavoriamo e che rappresentano l’aspetto unico e virtuoso della nostra realta’. Tramite alcuni ex studenti di dottorato selezionati e con cui si crea una sintonia ed una fiducia particolari, si stabiliscono infatti preziosi rapporti di collaborazione che ci garantiscono la presenza diretta ed il controllo nei luoghi di produzione. La struttura accademica e l’approccio scientifico sono pilastri fondamentali della nostra azienda.
Per concludere, io e mio marito siamo soci cofondatori de LOLIETTOO e rispettivamente amministratrice e direttore scientifico. Il progetto e’ stato approvato dalla commissione scientifica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa come Spin-off accademico della Scuola.
D. Come mai avete scelto proprio l’olio di cocco? 
R. Dalla mia esperienza sono al corrente di gravi problematiche legate all’autenticita’ dell’olio di cocco disponibile in circolazione. Le aziende spesso non lo sanno ma acquistano olio di cocco (anche biologico) che ha subito lavorazioni fantasma in modo da permettere i famosi “tagli” con oli secondari.
Da questa consapevolezza e’ nata l’idea che un prodotto davvero puro e vergine con l’intera filiera di produzione gestita da LOLIETTOO, avrebbe fatto la differenza con chi e’ alla ricerca di un olio naturale al 100% e sicuro. Inoltre mio marito, soffrendo di eczema e dermatite atopica, fa parte di quella cerchia di persone che ha bisogno di prodotti delicati per pelli sensibili e l’olio di cocco e’ un olio ideale per le sue molteplici proprieta’ benefiche.
L’Indonesia e’ stato pertanto il primo paese in via di sviluppo con cui abbiamo iniziato a collaborare grazie al bellissimo rapporto di amicizia e professionale con il nostro collega indonesiano, ex dottorando della Scuola Superiore Sant’Anna. A fine 2015 abbiamo organizzato insieme a lui una meravigliosa seppur massacrante esplorazione del territorio (Isola di Giava e Bali) per conoscere da vicino gli agricoltori locali e la palma da cocco (il link del video breve e dell’intera avventura). Da qui abbiamo stabilito una magnifica collaborazione attiva ed equa con una organizzazione no profit, in una zona remota dell’isola di Bali, con cui produciamo dal 2016 l’olio di cocco puro e vergine (mi piace definirlo puro e crudo) piu’ buono del mondo.
D. Quali sono i vostri progetti futuri? 
R. Vorremmo ampliare la linea cosmetica Coccoon. Il vasetto in vendita e’ perfetto come trattamento viso/corpo e per chi come me ha i capelli abbastanza corti e quindi ne usa poco per trattarli. Ci rendiamo conto che magari per chi come le Bricciole utilizza spesso e abbondantemente i prodotti per i capelli, il solo vasetto non e’ ideale.
Inoltre stiamo lavorando da tempo con un ex dottorando indiano della Scuola, per la realizzazione di un altro olio vegetale, dalle numerose proprietà come quello di cocco.
Infine, con la disponibilita’ della nostra produzione di olio puro e crudo, l’ambizione piu’ grande sulla quale si fonda LOLIETTOO e’ la possibilita’ di ricercare molecole funzionali organiche presenti in queste matrici vegetali uniche ed inesplorate. Tutto questo con la tecnologia d’avanguardia della Scuola Superiore Sant’Anna.

Acquistando COCCOON, ti assicuri un prodotto artigianale, unico sul mercato, e sostieni un grande progetto di sviluppo e produzione che nasce da un grande sogno internazionale. Con il tuo aiuto e quello delle persone che, come te, apprezzano il nostro valore aggiunto, saremo in grado di crescere e consolidarci, per offrire ad un numero sempre maggiore di persone i nostri prodotti fatti di qualità, trasparenza, sostenibilità e persone.

Al momento sul sito sono attive alcune promozioni per l’acquisto dei prodotti Coccoon (trovate il link quì). Approfittatene se volete provare la differenza.

Rossella Giaquinto

Rossella Giaquinto

La Natura non è un posto da visitare, è casa nostra. (G.Snyder)
Rossella Giaquinto
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •